Pesto!

Pesto!
Il pesto che si fa a casa mia, non è il classico Genovese. Persino in questa ricetta della tradizione italiana, noi aggiungiamo un ingrediente Siciliano: la mandorla.
Qui i miei consigli su come realizzarlo e come mangiarlo!

Ingredienti

  • 15 mazzetti di basilico
  • 200 gr di mandorle
  • olio q.b
  • sale q.b
  • 2 spicchi di aglio di Nubia
  • 100 grammi di Parmigiano Reggiano

Procedimento

La via corretta sarebbe quella del cimentarsi con mortaio e pestello.
Non tutti però hanno questo tempo a disposizione… se proprio dovete usare un comune frullatore da cucina, meglio seguire qualche consiglio…
Perché?
L’uso del frullatore causa due problemi: ossidazione e surriscaldamento. Il basilico rompendosi a contatto con aria e acqua produce un enzima (polifenolossidasi) che causa l’annerimento del verde del basilico.
Bisogna tenere il basilico freddo e lontano dall’ossigeno il più a lungo possibile. Quindi mettete per alcune ora in frigorifero prima di fare il pesto il bicchiere e le lame del frullatore, oltre a tutti gli ingredienti, olio compreso.
CONSIGLI SU COME CONDIRE LA PASTA
La pasta al pesto si presta a tantissime variazioni! Vi dico le mie preferite.

  1. Sul podio, pomodorini e burrata, secondo me sono gli ingredienti perfetti per completare un buon piatto di pasta con il pesto.
  2. Le melanzane fritte, dopo l’aggiunta delle mandorle, quale altro tocco di siciliani potevo dare?
  3. Patate, classico della cucina genovese.. Forse loro non sarebbero d’accordo con le mandorle…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Martina Maggiordomo (@unpizzicodisalerosso) in data:


Share: